Lamar Odom (Ex-Star NBA): “Ho detto basta al porno”

Lamar Odom non sta di certo vivendo una vita monotona: dopo i successi sui parquet della NBA con le maglie di Clippers, Heat ma soprattutto Lakers, è passato alle cronache per la sua lotta contro la droga, che lo ha ridotto in fin di vita per più di una volta, rischiando di non svegliarsi più dal coma in cui era caduto nel 2015.

Quest’estate, Odom ha voluto tentare la carta della BIG3, ma il commissioner della lega di 3vs3 più celebre al mondo, ICE Cube, ha deciso di interrompere dopo solamente 3 gare l’avventura del giocatore, a causa della sua scarsa condizione atletica.

Odom, però, non sembra aver intenzione di rinunciare ad un ritorno sui campi come giocatore professionista, ed è alla ricerca di un contratto in qualsiasi campionato per la prossima stagione: in un’intervista a TMZ, ha dichiarato di aver fatto già dei sacrifici, cambiando alcune sue abitudini per cercare di tornare in una forma accettabile per giocare ad alti livelli:

Sto andando molto in palestra per tornare in forma. Ho intenzione di cambiare la mia vita un’altra volta, sto cercando di essere migliore di come sono stato in passato. La mia fidanzata (Sabrina Parr ndr.) è una guru del fitness e mi sta aiutando con gli allenamenti e la dieta. Ho eliminato le caramelle dalla mia alimentazione. E ho smesso anche di guardare video porno“.

Riguardo alla pornografia Lamar durante un podcast su Fight The New Drug ha dichiarato che la pornografia stava distruggendo anche la sua sessualità e i suoi rapporti. La pornografia lo spingeva a chiedere e vedere cose che manipolavano la sua fantasia e a volte anche la realtà.

La pornografia stava distruggendo la sua creatività, la sua attività fisica e i rapporti umani. Lamar definisce la pornografia come un virus che crea dipendenza. La dipendenza, dice Odom, non è altro che una malattia della mente.

Nel libro Porno Tossina spieghiamo dettagliatamente il processo di dipendenza che inizia nel nostro cervello a causa della pornografia. Un processo che può essere rimpiazzato.

A presto
Antonio Morra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *