Ricerche Hanno Dimostrato che il BOMBARDAMENTO di Porno Softcore Devia (in modo devastante) La Nostra Percezione della Donna!

Psicologici forensi hanno riportato che la frequente visualizzazione di pornografia softcore* porta a pensare negativamente delle donne. Parliamo di quella pornografia “morbida” presente nei giornali, pubblicità, manifesti, magazine e social network.

Varie ricerche hanno dimostrato che visualizzare porno hardcore costantemente incrementa la deviazione sessuale, la negativa attitudine verso le relazioni e l’accettazione dello stupro. Poche invece sono le analisi sul porno softcore.

Le ricerche ci dicono che data la sua costante frequenza (un vero bombardamento) nella nostra vita quotidiana, il porno softcore ci desensibilizza. E’ difficile capire che tipo di effetto queste immagini hanno sul nostro cervello.

Simon Duff e Sophie Daniels dell’Universit di Nottingam hanno riportato, durante la conferenza annuale “British Psychological Society’s Division of Forensic Psychology”, che le persone che guardano porno softcore con frequenza (non considerandolo materiale pornografico) sono più esposti a supportare il “rape myths”. Questo termine (rape myths) descrive quei falsi miti e credenze riguardo allo stupro e la violenza sessuale… tipo: “È colpa della donna che era vestita in modo sexy”, “perché quella ragazza è uscita da sola, non sa che ci sono pericoli?”, “ma alla fine è stata colpa sua” ecc. Da aggiungere che gli utenti avevano una bassa stima della donna come figura.

Lo studio ha analizzato 143 partecipanti giovani intorno ai 19 anni (46,2% maschi) .

I ricercatori hanno comunque ammesso che la ricerca è a uno stadio primordiale, ma sono convinti che altre ricerche porteranno alla conclusione che anche il porno softcore produce conseguenze devastanti nella vita delle persone.

Ad avallare la loro conclusione è uno studio degli psicologi di Princeton. Gli studiosi hanno mostrato a un gruppo di uomini foto di donne nude o poco vestite. Durante lo studio, i psicologi hanno monitorato l’attività celebrale nella corteccia prefrontale (PFC)**. La corteccia prefrontale, che si attiva normalmente quanto guardiamo una persona, era disattivata invece quando gli uomini guardavano immagini di donne nude. In altre parole la reazione automatica nel cervello maschile suggeriva che essi non percepivano le donne come umane ma come oggetti, solo corpi.

La nostra società promuove porno softcore tramite i mass media, social network ecc. quotidianamente. Quello che oggi consideriamo “morbido o leggero” è quello che 50 anni fa i nostri nonni consideravano hardcore (duro) . Siamo diventati insensibili a quello che vediamo e percepiamo ogni giorno. Impariamo ogni giorno (anche senza volerlo) a “oggettiferare” la donna e il suo corpo.

Nel mio libro PornoTossina riporto le parole del Dr. William Struthers che prova a spiegare il processo di desensibilizzazione nel seguente modo:

Proprio come nei boschi si va a creare un sentiero col passaggio dei vari escursionisti, così i percorsi neurali preparano la strada per ogni successivo momento in cui si andrà a visionare un’immagine erotica. Con il passare del tempo, questi percorsi neurali diventano sempre più ampi man mano che li si percorre ripetutamente, con ogni esposizione a contenuti pornografici. Diventano il percorso automatico sul quale incanalare tutte le interazioni con il sesso femminile. Il circuito neurale fa in modo che questo processo diventi stabilmente radicato nel cervello. Con ogni sguardo prolungato, la pornografia rende sempre più profondo nel cervello quel solco nel quale vengono canalizzate le immagini delle donne. Ciò vale anche per donne che non si ha mai avuto modo di vedere svestite o in atteggiamenti sessuali. Tutte le donne diventano potenziali pornostar nella mente di questi uomini.

In altre parole, quanto più una persona si masturba guardando pornografia, tanto più si allarga questa autostrada neurale nel cervello. Si trovano spunti sessuali ovunque e tutti conducono allo stesso posto.

Se vedessimo persone invece di corpi come sarebbe diverso il nostro mondo! Immaginate tutte le implicazioni del caso.

A presto
Antonio Morra

* Con il termine softcore (sottinteso pornography, alla lettera: "pornografia morbida") si intende quel tipo di rappresentazione cinematografica, teatrale, fotografica, fumettistica o pittorica, ad alta componente erotica dove, a differenza di quel che accade nella pornografia hardcore, l'atto sessuale non viene mostrato, oppure viene presentato senza visualizzare i dettagli della penetrazione sessuale e delle pratiche di masturbazione e di sesso orale dei soggetti rappresentati.

** La corteccia prefrontale, detta anche scientificamente PFC è la parte anteriore del lobo frontale del cervello, situata davanti alla corteccia motoria primaria e alla corteccia premotoria. La regione è implicata nella pianificazione dei comportamenti cognitivi complessi, nell'espressione della personalità, nella presa delle decisioni e nella moderazione della condotta sociale. L'attività basilare di questa regione è considerata la guida dei pensieri e delle azioni in accordo ai propri obiettivi.

Fonte: Fight The New Drug

2acquista_ora_pornotossina